Missione Cattolica Italiana Italienische Katholische Gemeinde - Darmstadt
Missione Cattolica Italiana Italienische Katholische Gemeinde - Darmstadt

FESTA DI TUTTI I SANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

Nel mese di novembre la chiesa celebra due ricorrenze importanti: la solennità di Tutti i Santi e alla Commemorazione dei fedeli defunti.

1° novembre:  “La solennità di Tutti i Santi, festa di precetto,  è occasione propizia per elevare lo sguardo verso i fratelli che ci hanno preceduto con il loro esempio e la loro santità e vivono ormai nella gloria di Dio.

 

Dal IV secolo in poi, le Chiese dell’Oriente celebravano una festa comune a tutti i martiri della terra.

La festa dei Martiri di Tutta la Terra, con il trascorrere del tempo, è diventata quella di Tutti i Santi, chiamata anche Ognissanti, istituita in onore della Beata Madre di Dio, la Vergine Maria, e dei santi martiri, dal Papa Bonifacio IV. Il pontefice Gregorio, più tardi, decretò che la festa, già celebrata in diverse maniere da diverse Chiese, sarebbe diventata, con solennità, la festa in onore di tutti i santi, perennemente.

 

Un’unica festa per tutti i Santi, ossia per la Chiesa gloriosa, intimamente unita alla Chiesa ancora pellegrinante e sofferente. Oggi è una festa di speranza: “l’assemblea festosa dei nostri fratelli” rappresenta la parte eletta e sicuramente riuscita del popolo di Dio; ci richiama al nostro fine e alla nostra vocazione vera: la santità, cui tutti siamo chiamati non attraverso opere straordinarie, ma con il compimento fedele della grazia del battesimo.

2° novembre:la Chiesa celebra la Commemorazione di tutti i fedeli defunti. Siamo invitati a pregare e ricordare i nostri cari che ci hanno lasciato e tutte le anime del purgatorio.

 

La pietas verso i morti risale agli albori dell’umanità. In epoca cristiana, fin dall’epoca delle catacombe l’arte funeraria nutriva la speranza dei fedeli. A Roma, con toccante semplicità, i cristiani erano soliti rappresentare sulla parete del loculo in cui era deposto un loro congiunto la figura di Lazzaro. Quasi a significare: Come Gesù ha pianto per l’amico Lazzaro e lo ha fatto ritornare in vita, così farà anche per questo suo discepolo!

 

La commemorazione liturgica di tutti i fedeli defunti, invece, prende forma nel IX secolo in ambiente monastico. La speranza cristiana trova fondamento nella Bibbia, nella invincibile bontà e misericordia di Dio. «Io so che il mio redentore è vivo e che, ultimo, si ergerà sulla polvere!», esclama Giobbe nel mezzo della sua tormentata vicenda. Non è dunque la dissoluzione nella polvere il destino finale dell’uomo, bensì, attraversata la tenebra della morte, la visione di Dio. Il tema è ripreso con potenza espressiva dall’apostolo Paolo che colloca la morte-resurrezione di Gesù in una successione non disgiungibile. I discepoli sono chiamati alla medesima esperienza, anzi tutta la loro esistenza reca le stigmate del mistero pasquale, è guidata dallo Spirito del Risorto. Per questo i fedeli pregano per i loro cari defunti e confidano nella loro intercessione. Nutrono infine la speranza di raggiungerli in cielo per unirsi gli eletti nella lode della gloria di Dio.

Pregare per i defunti e far celebrare la Messa per il loro suffragio è un’antichissima tradizione della chiesa. Lo ricorda il catechismo degli adulti della Chiesa italiana: «Il cristianesimo antico, in continuità con la tradizione ebraica, coltiva la pietà verso i defunti: preghiera, elemosina, digiuno e soprattutto celebrazione dell’eucaristia. (CCC)

 

 

 

INDULGENZA PLENARIA PER I DEFUNTI.

 

Tutto il 2 novembre si può ottenere l'indulgenza plenaria per i defunti alle seguenti condizioni:

- confessati e comunicati.

- visita di una Chiesa, recitando il Padre Nostro e il Credo.

- pregando secondo le intenzioni del Papa.

Che bella festa! È come se Tutti i Santi e la Festa dei Morti fossero un’unica festa. Da un lato la Chiesa militante, sulla terra, supplica alla Chiesa trionfante del cielo; dall’altro prega per la Chiesa sofferente e paziente del purgatorio. E le tre Chiese sono un’unica Chiesa. (Vida dos Santos, Padre Rohrbacher, Volume XVIII, p.111 a 118 e 129 a 137)

Hier finden Sie uns

Missione Cattolica Italiana

Ital. Katholische Gemeinde

Feldbergstr. 29

64293 Darmstadt

Telf:       +49 6151-716371

E-mail:

missionedarmstadt@t-online.de

ORARI DI APERTURA DELLA SEGRETERIA:               

 

LUN                            chiuso

MAR  10.30-12.30    15.00-17.00

MER                         14.30-17.00

GIO  10.30-13.00                        VEN                            chiuso    

SAB, DOM e FESTIVI   chiuso

 

SIETE PREGATI DI FISSARE UN APPUNTAMENTO PRIMA DI VENIRE.

 

La Parola di Dio per oggi

La Bibbia Cattolica

Druckversion Druckversion | Sitemap
© Missione Cattolica Italiana - Darmstadt